ItaliaMagazine presenta “Il Colpo” di Guglielmo Marconi

Proiezione al Consiglio Nazionale delle Ricerche del cortometraggio di Raffaele Manco

Nell’estate del 1895 Guglielmo Marconi dimostrò la possibilità di trasmettere segnali radio a distanza. In uno dei tanti esperimenti, l’appena ventenne inventore posizionò davanti la sua casa di Villa Grifone un apparecchio di sua creazione per le trasmissioni senza fili dal quale avrebbe fatto partire un impulso. A circa 2,5 chilometri di distanza, nei pressi del Colle dei Celestini in località Pontecchio, posizionò un ricevitore ed un’antenna (un palo con dei fili di rame e scatole di latta conficcati nel terreno).

Il colpo di fucile che riecheggiò nella campagna bolognese circostante salutò un passo rivoluzionario nella storia del mondo: la nascita della comunicazione senza fili.

Il cortometraggio “Il colpo” vuole riflettere e ripercorrere quell’attesa che precedette lo sparo. L’alba del fatidico giorno, la tenacia del giovane Guglielmo, l’azione del fratello Alfonso accompagnato dal colono Mignani, la fedeltà del giardiniere Antonio Marchi che mai abbandonò il “Signurein” Guglielmo, la preoccupazione del padre Giuseppe, la fiducia assoluta della madre Annie.

Spiega Raffaele Manco, il regista: “L’idea è nata in maniera molto semplice: un giorno stavo scorrendo l’almanacco delle ricorrenze e alla data del 25 aprile, giorno in cui Marconi nacque, si narrava l’aneddoto del colpo di fucile, che fu sparato in uno dei tanti giorni dei suoi esperimenti, quale segnale della riuscita della prima trasmissione di onde elettromagnetiche. È stata l’attesa di quel colpo di fucile ciò che più mi ha attirato. Su quella è nato l’interesse per la figura Marconi e quindi per il corto.”

Afferma Mario Masi, giornalista che presenta il corto: “Tutti hanno un telefonino e molti sanno cos’è un collegamento wi-fi, perché non cercare di capire come tutto è iniziato? Il film diretto da Raffaele Manco è pieno di poesia e ammirazione verso un grande uomo e scienziato come Guglielmo Marconi. La cultura e il progresso possono passare incredibilmente anche attraverso un colpo di fucile”

A seguire tavola rotonda con:

– Francesco Cremona (proprietario della Museo di apparecchiature storiche per le Telecomunicazioni di Colleferro)

– Gabriele Falciasecca (Presidente della Fondazione Guglielmo Marconi)

– Marco Ferrazzoli (Capo Ufficio Stampa CNR)

– Giovanni Paoloni (Università La Sapienza di Roma)

– Barbara Valotti (Vice Presidente Fondazione Guglielmo Marconi)

Presenzia la principessa Elettra Marconi (figlia di Guglielmo Marconi)

L’evento è patrocinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche

21 gennaio 2011 – ore 16,30 – Consiglio Nazionale delle Ricerche – Aula Marconi – Piazzale Aldo Moro, 7 Roma

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: